Designed by Quema Labs

Sten Soderberg – Hammarskjöld: Una Biografia Illustrata

Translated from HAMMARSKJOLD, first published in English by Thames & Hudson Ltd © 1962 Thames & Hudson Ltd, London. All rights reserved. Traduzione italiana del testo […]

La nomina a Segretario generale

Tryvge Lie. Il 9 aprile 1953 all’aeroporto di New York, Trivge Lie, Segretario generale dimissionario, diede il benvenuto a Dag Hammarskjöld con queste parole: “Stai […]

Primi passi come Segretario generale

A New York Le prime parole che rivolse ai funzionari nel palazzo delle Nazioni Unite a Manhattan, che era stato appena finito e dove al […]

La Filosofia del Segretario Generale

La Filosofia di un Segretario generale L’artista Bo Beskow ha pubblicato alcune lettere di Hammarskjöld. In una lettera datata 12 novembre 1955 scriveva: “Dov’è il […]

La Famiglia

La famiglia In che modo Dag Hammarskjöld divenne un tale uomo? Quasi tutto ciò che fece corrispose all’ attività di qualche membro della sua famiglia, […]

La Madre e la Fanciullezza

Sua madre Il rapporto tra Dag e sua madre Agnes fu profondo e felice. Si disse che dopo Dio essa lo adorasse sopra ogni cosa. […]

Gli studi

L’esame per l’Università Nel 1923 quando aveva diciassette anni Dag sostenne l’esame e passò all’università. Quando il padre conobbe il risultato, corrugò il naso e […]

Il primo incarico e la filosofia del civil servant

La Commissione per la disoccupazione La Commissione per la disoccupazione non ebbe mai un qualche significato pratico. Gli eventi la superarono. Il report della commissione […]

L’OEEC a Parigi

Ministro senza portafoglio L’articolo era apparso in Tiden quando aveva prestato giuramento come Ministro senza portafoglio diventando il sedicesimo membro del Gabinetto con l’incarico  di […]

La fotografia e gli interessi letterari

La fotografia Hammarskjöld si ristabiliva all’aria aperta, in bicicletta o scalando  le montagne. Quando era un ragazzo il suo amore per la natura si manifestava […]

La Cina e Suez

Cina Alla fine del 1954 l’Assemblea generale chiese al Segretario generale di provare ad ottenere il rilascio di undici aviatori americani che la Cina comunista […]

La rielezione

La rielezione Queste due crisi lo misero così in conflitto con tre dei membri permanenti del Consiglio di sicurezza che, tuttavia nel settembre 1957, all’unanimità […]

Il Nepal e l’Himalaya

Invito dal Nepal Nella primavera del 1960 il re Mahendra e la regina Ratna del Nepal incontrarono il Segretario generale a New York e lo […]

La stanza di meditazione

La Stanza di meditazione Poiché credeva  che tutti coloro che lavoravano alle Nazioni Unite e che tenevano il destino dei popoli nelle loro mani avessero […]

Il suo credo

L’ammirazione per Schweitzer Quale era la forza che lo guidava? Nell’articolo che scrisse per Tiden nel 1951 faceva riferimento al pensiero di Albert Schweitzer e […]

L’indipendenza del Congo e Lumumba

L’Africa Fin dal primo momento in cui aveva assunto l’incarico Hammarskjöld era consapevole che i problemi africani richiedessero un’attenta osservazione. Il fatto che, mentre nel […]

La situazione in Congo precipita

Lumumba diventa autoritario Lumumba era scontento, anzi furente. Voleva che le truppe delle Nazioni Unite venissero messe a sua disposizione. Hammarskjöld tentò di vederlo il […]

L’ultimo tentativo di negoziare

La fiducia delle Nazioni Unite per Hammaskjöld Fu presentata una risoluzione per chiedere le sue dimissioni e per il disimpegno  dal Congo delle Nazioni Unite, […]

Le onoranze funebri e il premio Nobel

La reazione del mondo                   La reazione del mondo, eccetto quei paesi che avevano duramente contrastato Hammarskjöld, fu di shock e di dolore insieme  a […]

Cronologia

Cronologia 1905. Dag Hjalmar Agne Hammarskjöld nasce il 29 luglio a Jönköping, il quarto e più giovane figlio dell’allora presidente del Gota Court of Appeal, […]

Note su Personaggi e Istituzioni citate

AdoulaCyrille (Léopoldville, 13 settembre 1921 – Losanna, 24 maggio 1978). Primo mini- stro della Repubblica Democratica del Congo dall’agosto 1961 al giugno 1964. Il 5 ottobre 1958 fondò il Movimento Nazionale Congolese insieme a Joseph Ileo e a Patrice Lumumba, ma si […]

Indice

      Primo movimento Pulizia Hagestad Due lettere Chou En-lai  e Bill Hunting Lodge Compleanno Suez Le arti La Stanza di meditazione A casa […]

Prefazione

                                                  […]

Prefazione

                                                                         Nel mio nuovo incarico l’uomo privato                                                                                                                             dovrà scomparire e il funzionario

                                                                         internazionale prenderà il suo posto.

                                                                                                 Dag Hammarskjöld  1953    

 

 

 

L’uomo privato scomparve dall’opinione pubblica con tanto successo che quando i suoi biografi vollero ”l’aspetto umano”, furono privi di materiale. Per completare il puzzle inventarono dei pezzi adatti alle loro rappresentazioni, oppure pescarono dei pezzetti di detriti galleggianti di pettegolezzi e bugie, così spesso ripetuti da assumere falsamente l’aspetto di fatti storici.

L’immagine di Hammarskjöld che viene fuori da questi scritti “obiettivi”, per i suoi amici è così tanto imprecisa, che ho dovuto scrivere questo libro. Esso può rispondere ad alcune delle domande  che così spesso mi vengono rivolte, ma non pretende di dare “l’unico vero profilo.” All’incirca al tempo della sua morte furono scritti due libri ben documentati sul Segretario generale (Joseph P. Lash, Richard I. Miller), ed altri seguiranno quando saranno resi pubblici più documenti.

Il mio breve ritratto  è dell’uomo che  ricordo. Le sue lettere parlano per sé stesse e così  le foto. Il resto sono scene illuminate nel crepuscolo della memoria. Se esse in qualche caso hanno un tratto autobiografico ciò è inevitabile perché,  per essere capace  di scrivere, ho dovuto seguire un flusso di ricordi che includono ciò che facevo io stesso in quel periodo. Benché possano sembrare insignificanti, piccole pennellate possono aggiungere tanto a un quadro grande e complesso.

Tutti i commenti su situazioni politiche e persone ricadono unicamente sotto la mia responsabilità

Numana, Italia, giugno 1967